Rocket pesto. Per una donna rock and roll

di Letizia Federici

La settimana vegetariana, benchè io ami carne e pesce di un amore puro, mi calza come un guanto su misura.
Escludere non fa per me. Tuttavia per qualche giorno concentrerò la mia dedizione culiaria a loro. Ai loro colori, alle forme più diverse e strane che le rendono buffe, vivaci o provocatorie, alle loro texture intriganti e alla loro proverbiale versatilità.
Richiedono tempo e cura, lo so, ma sono una componente imprescindibile della mia dieta.


Perchè così è stato insegnato a casa mia e perchè al mondo non c’è niente che completi e integri meglio di loro. O che sia in grado di dominare un pasto intero, dall’aperitivo al dolce.
Loro, le adorate verdure. Ortaggi, se vogliamo dare loro un’accezione più virile.

agenda green
Oggi qui a Lamancha, Scozia, si gela, che novità. Tanto che, mentre vi parlo, indosso due maglioni e l’inseparabile sciarpone. Voi, in canottiera e shorts, state ridendo, lo so. Ma, così come l’estate ce l’ho dentro, ho anche i miei assi nella manica: ho appena ricevuto un pacco da casa che scalda più di un camino acceso, pieno di vini marchigiani… Come si fanno gli occhi a cuore con la tastiera? 🙂

Ebbene si, l’amore in casa Federici lo manifestiamo riempiendoci a vicenda il bicchiere.

Allora oggi, mentre condivido con Alex un Rosso di Stefano Antonucci 2012, vi parlo di lei, la mia “mamma” adottiva britannica, mentre mangiamo dei crostini al pesto di rucola e mandorle.

Alex
Alex ha 50 anni e ne dimostra 40.. ecco a cosa serve il freddo.
Nata in Perù da famiglia inglese, numerosissima e sempre in viaggio. Approdata una decina di anni fa qui, a 20 miglia da Edimburgo, dove cresce due bellissimi figli contando solo sulle sue forze. Mentre fa altre 560 cose, ovviamente.
Quindi ricapitoliamo… mamma, bella donna, apicultrice per passione, con un diploma da stilista, sarta.
Tiene corsi di taglio e cucito, di cucina e guida un progetto di sviluppo nelle scuole, su come creare e mantenere, guarda caso, un orto. Perchè qui c’è tanto da fare in fatto di educazione alimentare e lei vuole fare la sua parte.
Qui, dove niente è facile come nel Mediterraneo.

Ebbene lei è rock n roll. Ha un’agenda in cucina, dove coordina e imprime le vite dei figli, della sorella, di Rosco, il cane della sorella: i loro piani, le loro attività e gli orari in cui deve andare a prendere o portare l’uno o l’altro.
In queste settimane ci sono anche io in quell’agenda.
Ha inziato a scrivere lei, senza che le dicessi niente, organizzando anche la mia di vita.
E’ il suo modo di essere ospitale e di supporto anche per “la ragazza italiana”.
Alex è veloce, curiosa, aperta, un filo nevrotica: mi piace, chissà perchè.
Si, siamo molto simili io e lei, lo abbiamo intuito quasi da subito, quando il primo venerdì che ero qui, una di quelle giornate impossibili e interminabili per entrambe, ci siamo guardate e dette, in simultanea: “Glass of wine?!”
E mi da una soddisfazione enorme quando, vedendomi aprire il frigo, si ferma, sorride, si toglie gli occhiali e viene a curiosare i miei esperimenti.

pesto di rucola

 

E’ proprio così che è nato questo pesto, un po aggressivo e un po dolce…
Il secondo calice di Antonucci richiedeva un ferma-stomaco per cui minipimer alla mano e pane fatto in casa con i semi di girasole dritto dritto nel tostapane.
Nel minipimer: due pugni di rucola fresca, appena raccolti dalla serra di Whuitmuir, mandorle, olio, sale e pepe.
Un occhio al pane e altri due minuti per renderlo più croccante.

La croccantezza non deve mai mancare, nè in cucina nè tantomeno nella vita.
Un pentolino con lo zucchero a scaldare, a fuoco molto basso, per creare il caramello a cui poi ho aggiunto un’unghia di burro, mezza tazzina d’acqua e l’uvetta.
Avevamo fame, è vero.
Ma ce lo siamo proprio goduto, il nostro pesto rock!

Advertisements

One thought on “Rocket pesto. Per una donna rock and roll

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...