Un viaggio a Cartoceto in attesa del Festival dell’olio

di Donatella Bartolomei

Che sensazione sgranocchiare un  pane e subito pensare all’olio, ad una giornata tra le macine di un frantoio, per i vicoli di un paese in festa, nelle sue grotte nascoste e poi seduti ad una bella tavola con persone che, da perfetti sconosciuti si trasformano in piacevoli compagni.
Questa è stata la giornata che io e la mia socia Silvia abbiamo trascorso l’autunno scorso a Cartoceto in occasione del Festival Cartoceto dop e che vi voglio raccontare per farvi scoprire questa cittadina famosa per il suo olio.
CartocetoCartoceto è uno splendido comune marchigiano nella zona del pesarese: colline verdi popolate da ulivi tutti schierati in perfette file come fieri soldati, un habitat ad hoc per l’olio d’oliva, il primo olio marchigiano ad ottenere la Denominazione di origine Protetta.

Filari di ulivi

La nostra visita inizia nel Frantoio del Trionfo dove due giovani recuperano l’ attività di famiglia, continuandone la tradizione. Il casale che ospita il Frantoio, attivo sin dal 1660, si affaccia sulla Valle del Metauro in uno scenario di dolci e verdi declivi, che si estendono fino al mare di Fano.

Frantoio

L’impianto mosso da cinte e pulegge fa sì che l’attività di molitura e l’estrazione degli oli avvenga secondo il metodo tradizionale denominato “prima spremitura a freddo mediante pressione”. Un modo davvero interessante per scoprire meglio l’olio e la sua storia.

Cartoceto centro

La giornata è proseguita su e giù per le stradine di Cartoceto.
Nel centro storico suggestiva è piazza Garibaldi, ex piazza del mercato, in cui spicca Palazzo del Popolo, di origine trecentesca, sormontato dalla piccola torre dell’orologio.
Sempre nel palazzo si apre un arco, antico ingresso al castello un tempo provvisto di ponte levatoio, l’abitato conserva l’originale planimetria a spina di pesce con stretti vicoli e gradinate lungo i pendii del colle.

Da notare all’interno delle mura l’ottocentesco Palazzo Marcolini e piazzale Marconi che offre un suggestivo panorama; gli abitanti chiamano questa piazzetta “La Turchia”  perché da qui un tempo i cartocetani avvistavano gli sbarchi dei pirati saraceni.

Teatro del Trionfo

Sempre in piazzale Marconi sorge il Teatro del Trionfo realizzato tra il 1725-30 in un antico frantoio per le olive.
L’attuale disposizione risale al 1801, con sala a tre ordini di palchi; è ancora conservato un sipario dipinto dell’Ottocento ed un corredo scenico.

Fougasse

E a questo oro liquido, Cartoceto dop, dedico un impasto lievitato: una fougasse all’olio con ricetta di R. Bertinet
Ingredienti

  • 500 g. di farina per pane
  • 20 g. di semola di grano duro
  • 14 g  di lievito di birra fresco
  • 12 g di sale
  • 320 g. di acqua ( ma molto dipenderà dal tipo di farina che userete)
  • 45 g. di olio extravergine d’oliva Cartoceto Dop
  • semola per spolvero

Procedimento:
Nella planetaria mettete le farine con il lievito e sbriciolatelo ben bene; fate partire l’impasto con il gancio poi aggiungete acqua e olio insieme e subito dopo il sale.
In pochi minuti otterrete un impasto che sarà leggermente appiccicoso; avvolgetelo a palla e fatelo riposare 1 ora a temperatura ambiente.

Trascorso il riposo spolverate abbondantemente la tavola con della semola, rovesciate delicatamente l’impasto e spezzatelo in due parti facendo attenzione a non perdere le bolle di gas che si saranno formate.
Poi fate dei tagli imitando la venature di una foglia.
Per comodità vi metto un video in cui il maestro Bertinet vi fa vedere chiaramente la formatura a partire del 7° minuto, ma vi consiglio di vedere tutto, c’è sempre da imparare dai grandi.

Cottura:

forno preriscaldato a 190-200° per circa 20 minuti o comunque sino a doratura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...