Ore 19.00 aperitivo in terrazza

di Dorina Palombi

InstagramCapture_90e31df4-8f93-479f-a250-6b08f9d7364e

Sono da sempre una donna da vino. Lo preferisco alla birra e ad altre bevande alcoliche. Rosso in inverno, bianco in primavera ma rosa durante l’estate.
Ho imparato ad amare i vini delle Marche per le loro peculiarità e per la loro decisione.
Il mio bianco preferito è il Pecorino di Offida, il rosso la Lacrima di Morro.
E’ amore, o odio. Niente sentimenti paralleli nei confronti dei vini.
Ma quando amo un vino, lo amo eternamente.

Da qualche anno ho scoperto che, se dovessi scegliere solo un vino da bere per tutta la vita, di certo sarebbe uno spumante.  D’altronde, il mio amore impossibile Ernest Hemingway, sosteneva che lo champagne non potesse essere alcolico, perchè aveva dentro le bollicine e quindi non poteva avere dentro alcool. Anche a me piace pensarla così per concedermi una fresca indulgenza in più
Le bollicine invitano alla celebrazione, a promesse e desideri, ai festeggiamenti.
Ogni volta che stappo una bottiglia di spumante penso a tutto ciò che mi è stato concesso di favoloso durante la giornata e che vale la pena di un brindisi.

WP_20150706_17_01_28_Pro

La mia ultima scoperta è il Brut Rosè di Podere Santa Lucia. L’ho amato fin dal primo sorso.
Volevo quell’incontro già da un po’.
Volevo scoprire come potesse essere la mia amata lacrima nera resa più docile, resa più “estiva”.
Come la passione, che può lasciarti i brividi sottopelle, può farti respirare più veloce o lasciarti senza fiato ma che con un po’ di leggerezza ti fa vivere meglio. Come quando il sole picchia troppo forte e ti toglie il respiro.. ma poi arriva la brezza a donarti ristoro.

InstagramCapture_9fe88bf0-a29d-4f2f-8284-7118f06919db

Podere Santa Lucia crea questo brut con 100% di lacrima nera. Il suo profumo è inconfondibile, il suo perlage delizioso. Pulisce, rinfresca, alleggerisce. E’ perfetto.
Adatto per la mia ora preferita, quella dell’aperitivo.
Perchè quando sono a casa, l’unico desiderio è il silenzio, qualcosa di buono da mangiare, un bicchiere sempre pieno e i sorrisi delle persone che amo.

WP_20150716_13_14_05_Pro
Allora preparo il balcone e lo attrezzo per ospitare 3/4 amici. Non mi serve molto perchè quello che voglio è un lusso semplice e accessibile, quotidiano.
Dopo aver messo il mio Brut in frigo preparo qualcosa di diverso per accompagnarlo. Mi concedo qualche “luxury food” come patatine al sale di Maldon, anacardi, un burro fatto in casa con polpa di granchio e gamberi e leggerissimi blinis per accompagnare le chiacchiere fino a quando il sole lascia il posto alla luna.
La ricetta è semplicissima.

Blinis
Per il burro al profumo di mare
La sera prima fate sciogliere il burro che usate solitamente, rendendolo morbido (con questo caldo servirà davvero poco tempo); aggiungete gamberetti precotti e polpa di granchio sbriciolata. Amalgamate bene il tutto e mettetelo in una ciotolina. Riponetelo in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.
Per i blinis
110 g di Farina 00
1 bustina di Lievito
15 g di Olio extravergine di oliva
5 g di Olio di semi
150 ml di Latte
1 Uovo
Quanto basta di Sale
Quanto basta di Pepe
1 cucchiaino di Zucchero

1. In una terrina unite la farina, il lievito, lo zucchero, il sale e il pepe. In un recipiente alto versate il latte.
2. Unite al latte l’uovo e l’olio extravergine di oliva e mescolate per amalgamare gli ingredienti. Unite poi gli ingredienti liquidi alle farine.
3. Con l’aiuto di una frusta create un composto senza grumi, liscio ed omogeneo. Iniziate a scaldare una padella antiaderente. Unite il cucchiaino di olio di semi e passatelo con l’aiuto di un pezzo di carta assorbente lungo tutta la superficie.
4. Ora che tutto è pronto passate alla cottura dei vostri blinis. Versate la quantità pari a un cucchiaio nella padella già calda. Non deve essere molto impasto perché il nostro blinis deve rimanere piccolo ma gonfio. Dopo un minuto circa, girate il blinis con l’aiuto di una spatola in silicone e proseguite la cottura per un minuto ancora. Cuocete tutti i blinis e conservateli temporaneamente impilati per mantenere il calore. Farciteli con ciò che più amate e serviteli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...