Chi l’ha detto che a tavola non si gioca?

di Dorina Palombi.

Viviamo in un mondo davvero veloce in cui il cibo stessa è diventato fast, proprio come il tempo.
Soprattutto se si hanno in casa ragazzi adolescenti c’è la continua lotta con il junk food ossia quel cibo spazzatura che per loro è peggio del canto delle sirene.

Un panino, delle patatine fritte e una bibita sono la scelta più comoda per tanti ragazzi al ritorno da scuola ma anche un modo per stare con gli amici in questi ultimi pomeriggi ancora caldi.

Per non parlare della lotta estenuante con i “questo non mi piace, questo non lo mangio, le verdure mi fanno schifo.”

Certo, se dobbiamo pensare alle lotte casalinghe apriremmo capitoli: la musica troppo alta, il telefono sempre in mano, l’arroganza che contraddistingue questo momento. E poi le frasi fatte: noi che eravamo diverse, noi che ti tolgo la luce perchè tanto te l’ho data io, noi che ci ritroviamo a dire quelle frasi che diceva nostra madre e che mai avremmo pensato di ripetere.

Le Marchese del Gusto

Ma torniamo al cibo.
Io ho in casa un quattordicenne che ha un rapporto di amore/odio e, nonostante con il tempo, la situazione sia migliorata, molti ancora sono i limiti imposti dal suo palato.
Non me ne preoccupo particolarmente dato che ogni ragazzo ha tutto il tempo del mondo per creare la propria memoria gastronomica e conoscere se stesso attraverso il cibo.

Il mio obiettivo è rendere i pranzi insieme un momento divertente, qualcosa di rilassante e gustoso, un gioco che ogni giorno arriva ad avere un sapore diverso.

Così ho affrontato a viso duro il panino del fast food al grido “perchè non te ne fai uno tutto tuo”.
Io sarei stata serena di sapere esattamente cosa mangiava il mio mostro e lui avrebbe comunque avuto il suo panino maialoso.

Le Marchese del Gusto

Ecco quindi la mia ricetta per un pomeriggio alternativo o un hamburger party tra ragazzi.

Ingredienti per 6 mini burger
400 g di macinata sceltissima di carne marchigiana
1 cucchiaio di senape
1 uovo
1 zucchina
6 fette di formaggio stagionato (io ho scelto una provola affumicata)
sale e pepe quanto basta
6 mini panini per hamburger

In una ciotola mescolate la carne, il sale e il pepe, l’uovo e la senape fino ad avere una consistenza omogenea e compatta. Formate dei mini hamburger e lasciateli riposare qualche minuto.

Nel frattempo fate scaldare una griglia in ghisa sul fuoco, salate la superficie e cuocete le zucchine precedente tagliate con una mandolina ( o al coltello).
Toglietele dal fuoco (basteranno pochi minuti) e passate alla cottura della carne.
Fatela rosolare bene senza mai bucherellarla. Serviranno una decina di minuti ma stabilite voi il grado di cottura della carne che preferite.

Ora componete il vostro panino: formaggio, verdure grigliate, salse a scelta, carne ma anche burro di noccioline se amate il genere.

L’importante è il tempo insieme, la memoria che verrà a crearsi in quella giovane mente vergine, le risate e i pasticci.
Perchè poi, anche se voi non ci sperate più troppo, arriverà il giorno in cui, davanti a un hamburger confezionato, il vostro non più nano si ricorderà del profumo e del sapore genuino dei pomeriggi passati a crear palline con la carne macinata.

E il lavoro sarà compiuto.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...