La borsa ed il vino: storia di un amore marchigiano

di Ramona Ragaini

Le Marchese del Gusto

Ahimè ormai lo sapete : borse e scarpe nel “marchesato” sono una mania!
La vostra Marchesa liquida oggi appoggia il calice , solo per un attimo, giusto il tempo di “accarezzare” la nuova arrivata nell’armadio: una bellissima borsa di pelle rossa!
La mia amica Roberta sa come farmi contenta e la sua ultima creazione è una meraviglia!

La sua storia è una storia tutta marchigiana partita più di 50 anni fa ed il marchio “Briotti 17 è il sogno che si realizza dopo tre generazioni.
Tutto ha inizio in un piccolo laboratorio di famiglia realizzato “rubando” una stanza all’abitazione dove Roberta ammirava le creazioni del papà Umberto e dei nonni.


Vivendo tutto ciò fin da bambina, respirando ogni singolo ritaglio di pelle, guardando con occhi curiosi quelle mani che con passione e precisione lavoravano tessuti, Roberta non poteva non entrare in questo mondo.
Oggi le sue borse rappresentano un’eccellenza dell’artigianato marchigiano perché di artigianato e non d’industria qui si parla!
Roberta segue ogni singola parte della lavorazione ed il risultato è un “prezioso” gioiello da indossare in qualsiasi occasione!
E ,quindi, oggi facciamo una cosa diversa…

Che vino abbiniamo a questa borsa? Ve l’avevo detto che avrei appoggiato il calice, giusto un attimo!
Guardandola a me viene in mente un vino rosso, bello corposo , territoriale ma originale!

Non posso presentare alla mia borsa un vino qualsiasi: la “Regina del Bosco” del mio amico Stefano Dezi è quello che ci vuole!
Ed infatti è subito amore!

La mia borsa si è innamorata del suo essere “selvaggio” perché è un vino che non nasconde l’anima irruenta del montepulciano ma l’asseconda in tutto e per tutto lasciandolo libero di esprimersi.
E’ colpita dal sue essere un vino originale (a noi donne piacciono i tipi originali e fuori dal comune!) perché non imita e non vuole essere imitato, è unico!

E ,per non fare il terzo incomodo, mentre loro si guardano innamorati , io mi godo un calice di Regina del Bosco brindando al nuovo amore!

Ciò che trovo nel bicchiere è un vino unico e diverso da tutti gli altri : rappresenta un territorio senza artifici e compromessi.
Stefano e i suoi vini sono così:o li ami o li odi! Non si rimane mai indifferenti ed è questo il suo successo!

Le Marchese del Gusto

Evviva alle Marche : terra di grandi prodotti…da bere e da indossare!

Annunci

Un pensiero riguardo “La borsa ed il vino: storia di un amore marchigiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...