Una passeggiata nella Guida Vitae 2016

di Dorina Palombi

Presentazione Guida Vitae

Ieri si è svolta a Milano la presentazione della Guida Vitae 2016 firmata Associazione Italiana Sommelier, alla sua seconda edizione.
Se quella dell’anno scorso ha avuto un battesimo in bianco e nero, per quest’anno si sono scelti i colori e le opere d’arte che raccontano un’Italia fatta di sfumature e gradazioni, proprio come i vini.

Guida Vitae

Quello proposto dall’AIS è un viaggio tutto italiano, dai bianchi del nord ai rossi avvolgenti sud. Un viaggio che, soprattutto, racconta le mani, la terra, la vita e la vite.

Il vino è come un figlio, pulsante di vita, da amare incondizionatamente a prescindere dai capricci; un amore su cui riponi tutte le tue speranze e la tua fiducia; un amore che potrà ripagarti, ma sarà il tempo a decidere.

 .

Prima di raccontarvi di come giochiamo in casa un accenno alla classificazione della guida:
ogni azienda viene introdotta da una breve descrizione e, a seguire, vengono raccontati i vini selezionati suddivisi in quattro fasce di valutazione (con viti stilizzate a comporre un filare):
1 vite corrisponde a una valutazione da 75 a 79 punti,
2 viti da 80 a 84 punti,
3 viti da 85 a 89 punti,
4 viti oltre 90 punti.

Partiamo dalla selezione 4 viti del 2015, anno di nascita della Guida.
Le Marche si raccontavano così:

Castelli Di Jesi Verdicchio Classico Il Cantico Della Figura Riserva 2011 Andrea Felici
Castelli Di Jesi Verdicchio Classico Riserva 2011 Mancini
Castelli Di Jesi Verdicchio Classico Serra Fiorese Riserva 2009 Garofoli
Castelli Di Jesi Verdicchio Classico Villa Bucci Riserva 2012 Bucci – Tastevin
Conero Cumaro Riserva 2010 Umani Ronchi
Esino Rosso Pieralisi For Friends 2009 Monte Schiavo
Il Pollenza 2011 Il Pollenza
Kupra 2011 Oasi Degli Angeli
Lacrima Di Morro D’alba Passito 2011 Conti Di Buscareto
Lacrima Di Morro D’alba Superiore Del Pozzo Buono 2012 Vicari
Mossone 2011 Santa Barbara
Rebel! 2012 Veneranda Vite
Verdicchio Dei Castelli Di Jesi Classico Superiore Balciana 2012 Sartarelli
Verdicchio Di Matelica Mirum Riserva 2012 Fattoria La Monacesca

Ed ecco, dopo le doverose premesse, il resoconto per quel che riguarda l’edizione 2016 tra conferme e nuove presenze.

CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO IL CANTICO DELLA FIGURA RISERVA 2012 – Andrea Felici
CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO SAN NICOLÒ RISERVA 2013 – Brunori
CASTELLI DI JESI VERDICCHIO CLASSICO VILLA BUCCI RISERVA 2013 – Bucci
CIMAIO 2012 – Casalfarneto
CONERO GROSSO AGONTANO RISERVA 2011 – Garofoli
CONERO SASSI NERI RISERVA 2011 – Fattoria Le Terrazze
CONERO STILE LIBERO RISERVA 2011 – Angeli di Varano
KUPRA 2012 – Oasi degli Angeli
LACRIMA DI MORRO D’ALBA MARIASOLE 2012 – Lucchetti
LACRIMA DI MORRO D’ALBA PASSITO AMARANTO DEL POZZO BUONO 2012 – Vicari
MOSSONE 2012 – Santa Barbara
PELAGO 2011 – Umani Ronchi
QUINTA REGIO 2011 – Poderi Capecci San Savino
ROSSO PICENO SUPERIORE ROGGIO DEL FILARE 2012 – Velenosi
SANGIOVESE SALTAPICCHIO 2010 – Boccadigabbia
VERDICCHIO DEI CASTELLI DI JESI CLASSICO SUPERIORE BALCIANA 2013 – Sartarelli
VERDICCHIO DI MATELICA CAMBRUGIANO RISERVA 2012 – Belisario
VERDICCHIO DI MATELICA JERA RISERVA 2011 – Borgo Paglianetto
VERDICCHIO DI MATELICA MIRUM RISERVA 2013 – Fattoria La Monacesca

La guida non è in vendita nelle librerie ma acquistabile nelle sedi AIS di tutta Italia (considerate la mole del volume che supera le 2000 pagine).

 

Voi che ne pensate del risultato Made in Marche?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...