Il caffè dove non te l’aspetti

di Dorina Palombi

Caffè e abbinamenti

La vita è quella cosa che inizia dopo il caffè.
Ognuno di noi ha il suo preferito per iniziare la giornata: dall’aroma alla dolcezza è una sorta di carta di identità.
Il mio è doppio, con zucchero di canna, nel silenzio della cucina, ancora in pigiama e con i piedi nudi.
Ha un profumo prettamente maschile e un tocco deciso nel darmi il buongiorno.

Ma lunedì a Identità Golose, il caffè è stato protagonista di uno show tutto suo con la prima edizione di Identità di caffè. 
Grandi nomi a dare spessore a un fedele compagno delle nostre giornate: Andrea Ribaldone ad aprire, poi Simone Zanoni, Denny Imbroisi, Loretta Fanella, Moreno Cedroni, David Gil e Ruben Gonzalez, Davide Oldani.
Ognuno ha creato un piatto con questo ingrediente: dal dolce al salato, dove la linea di demarcazione è sottilissima.
Perchè la libertà è anche questo: invertire la rotta e scegliere l’incerto.

Le marchese del Gusto

Se del congresso ve ne parlerà Letizia nel week end, io oggi voglio darvi qualche abbinamento con il caffè che sembra assurdo ma è un successo garantito. 5 idee per stupire i vostri ospiti proponendo il caffè non solo a fine pasto.

Caffè e formaggio di capra: niente stupore, perchè in Norvegia è la colazione dei campioni. Sul pane infatti viene spalmato l’ekte gjetostprodotto con il siero del latte di capra (ma anche vaccino) rimasto dopo la produzione di formaggio; viene lavorato fino a quando il lattosio crea una sorta di caramello e versato in stampi rettangolari. Viene consumato a fettine sul pane tostato della prima colazione con il caffè

Ekte Geitost

Caffè e manzo: in Sud America il caffè viene utilizzato per una marinata secca da strofinare sulla carne. Dona un sapore forte, simile alla selvaggina.
Da provare come speziatura con cacao, peperoncino, zucchero di canna e una salsa al vino rosso come accompagnamento.
Per veri amanti dei sapori maschili.

Caffè e nocciola: il caffè ama, a prescindere, ogni genere di frutta secca. Se è perfetto anche con mandorle e noci (che donano quel sentore di sigaretta che crea la combinazione stile film in bianco e nero) con la nocciola è seduzione.
La prossima volta che volete proporre a fine pasto un affogato al caffè, passate da Senigallia, fermatevi da Paolo Brunelli e chiedete una vaschetta alla nocciola.

Caffè e spezie: il caffè al cardamomo è una ricetta tipica del Marocco e dell’Algeria dove i chicchi di caffè e cardamomo vengono tostati insieme e offerti il minuscoli bicchierini. La cannella conferisce dolce rotondità al caffè e in Messico viene offerta una stecca di questa spezia per mescolare la bevanda. In Etiopia i chicchi di caffè vengono macinati con i chiodi di garofano. Una miscela che può essere ingentilita da latte o panna. Stesso discorso di tostatura per i semi di coriandolo che regalano alla miscelatura note fiorite e agrumate.

Caffè e banana: banoffe insomma. Quindi torta con una base di biscotto ( i Digestive sono perfetti) ricoperta di caramello, fettine di banana e crema al caffè. Il tripudio di sapori che si rincorrono senza mai diventare stucchevoli.

banoffee pie

Che ne pensate quindi? Limiterete l’uso del caffè solo alla tazzina?

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...