Nella botte piccola c’è… una Marchesa! Cronache di una due giorni Sibillina.

Ilmarchese&lolivaascolana

Nella botte piccola c’è il vino buono, questo si sa da generazioni. E da generazioni è la risposta al proverbio Altezza mezza bellezza, nella gara ancestrale tra donne minute e spilungone. Ogni uomo che si rispetti, poi, vorrebbe la botte piena e la moglie ubriaca, anche perchè se le donne sono Marchese, hai voglia a spendere per farle ubriacare… I più mediatori, invece, danno un colpo al cerchio e uno alla botte, detto tipico di quell’ italianità un po ruffiana, un po democristiana, un po paciera.

Mai nessuno però si era messo in testa di dormirci dentro. O meglio, di installare due confortevoli botti nel cortile di casa e trasformarle in un soggiorno romantico, goliardico, suggestivo, mangereccio e comodo. Mai nessuno prima di Norma Piconi, alias la bella Signora che a Roccafluvione possiede il Rifugio dei Marsi, B&B ai piedi dei Monti Sibillini: stanze arredate in stile rustico-chic, bagno turco… e due botti per le coppie più originali, una adibita a giaciglio, l’altra a salottino+servizi. 

Lemarchesedelgusto_dormireinunabotte

Non potevo farmela sfuggire, dovevo conoscere questa donna. Il mio fiuto suggeriva un’animo intraprendente, una certa apertura mentale, ironia, caparbia e amore per il territorio. Dovevo visitare questo rifugio, un naso pronunciato come il mio non mente mai. E così ho regalato al mio Marchese una notte dove, come dice Norma, l’amore fermenta. Ad accoglierci il calore genuino della famiglia Piconi, a partire dal punch al mandarino di fronte al caminetto e la piacevole chiacchierata nell’attesa che il letto fosse pronto. Il risultato che ne è uscito? Un weekend rilassante, curioso e molto soddisfacente dal punto di vista enogastronomico, cosa che per noi, ovviamente, fa la differenza.

Lemarchesedelgusto_NormaPiconi_rifugiodeimarsi

Tanto per cominciare, siamo andati a cena al Grottino, famoso ristorante sito all’interno dell’hotel DonnaRosa, a tre minuti di strada dal rifugio; dall’apparenza immediatamente cordiale, si, ma mai ci saremmo aspettati un trattamento del genere, dalla qualità del cibo al servizio impeccabile. Si è creato subito un’ottimo feeling tra Tonino, il proprietario che ci ha coccolati per tutta la sera, Aleksandra in sala e noi Marchesi affamati. Abbiamo ordinato tanti assaggi a base di tartufo, a partire dall’uovo fritto su spuma di parmigiano, tortino d’ orzo e tagliata tiepida di manzo, riccamente tempestata da scaglie di diamante nero. Inutile dire che, già in partenza, è stato amore. Se sommiamo a questo scatto iniziale la sorpresa di trovare il Barricadiero in carta, vino che da un po di tempo desideravo assaggiare nuovamente… beh avrei voluto bloccare la serata e riviverla tre volte.

Una cena non è semplicemente un pasto. Ancora prima di essere un accumulo di calorie per la carne, una cena nutre testa e spirito. Una cena si fa con la giusta persona, con il botta e risposta amichevole tra personale e cliente. E’ l’abbraccio discreto della sala, che consiglia senza invadere, è la qualità eccezionale della materia prima, è il territorio in un piatto.

Senza farci spaventare dalla mole già ingerita, abbiamo optato per una doppia porzione di olive ascolane appena fritte, di quelle che andrebbero diffuse in tutto il mondo per far capire cos’è la vera ascolana, che nulla ha da spartire con il retrogusto plastico delle imitazioni congelate, bellamente posizionate in carta sotto le patate fritte, in una pizzeria italiana su due. Da inserire nelle dieci cose da fare in provincia di Ascoli Piceno, se non avete mai provato l’originale.

Lemarchesedelgusto_tonino

Lemarchesedelgusto_roccafluvione_ilgrottino

E per finire, un’assaggio dolce, in assoluto una delle leccornie che più preferisco sin da bambina, altra fiera specialità marchigiana: la crema fritta. Il sapore dolce che si scontra con la crosta sapida e croccante non ha paragoni, a mio avviso. Tanto più che la qualità della crema di Tonino ha scalato la vetta della mia personale classifica. La sorpresa più grande è stata trovarsene in tavola di due gradazioni. Pare infatti che nel 1974, per celebrare l’Ascoli in serie A, l’allora presidente Costantino Rozzi richiese al Grottino un menù totalmente bianco e nero, colori della maglietta ascolana. Uno dei risultati fu l’alternanza di cremino fritto con cacao e caffè e cremino tradizionale: un piatto da ola.

Lemarchesedelgusto_cremafritta_bianconera

Lemarchesedelgusto_ Aleksandra&Tonino_ilGrottino

Non contenti, la mattina successiva abbiamo salutato la nostra botte gustando un brunch dolce e salato, offerto da Norma all’interno del nostro salottino privato, in perfetto stile “calore di montagna” che ti spinge a slacciarti la cintura dei pantaloni e mangiare, ancora e ancora.

In mezzo alla torta di mele con farine macinate a pietra del Mulino di Amedeo Castelli, alle marmellate di mele, mosto e uva rubate alle colazioni familiari, ai salumi nostrani, alla salsiccia fatta in casa… c’era lui, un sasso nero che in 10 secondi ha profumato la tavola imbandita. Norma ci ha spiegato che la zona è ricca di produttori specializzati in tartufo, da Angellozzi, fino a Trivelli e Poli, solo per menzionare i più grandi, ma che tante case hanno le loro tartufaie private. Che l’artigianato locale racchiude uno scrigno di ricamatrici che lavorano tutt’oggi per le grandi firme. Da brave marchigiane, dietro le quinte, con discrezione e maestria. Che, oltre alle pepite d’oro nero, la terra nasconde un altro tesoro, lo zafferano, incredibile alleato per una cucina aromatica e preziosa e che proprio a Roccafluvione risiede una della aziende più rinomate, la Mercuri Mario.

E questo è solo il resoconto di una notte sibillina, in compagnia dell’ospitalità genuina, della semplicità ricca di piccole sorprese… non oso immaginare cosa potrebbe succedere in una settimana. Una cosa è certa: ne uscirei estremamente cresciuta, sia di testa che di girovita!!

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...