Birra Lancetta. Sambenedettese doc

birra-lancetta

Il profumo della battigia all’alba.
Il viso “schiaffeggiato” dal vento.
La pelle salata ad ogni bacio.
La tavola ricca di fritture e pesci al forno, risultato delle barche dei pescatori di ritorno da un mare generoso.
E poi, soprattutto, i tramonti, la musica, gli amici, le risate davanti a una buona bottiglia di birra.

Perché d’estate tutto è più semplice.
Anche ora che settembre è iniziato e le giornate hanno ripreso la loro routine, basta lo scoccare delle 18 per abbandonare i pensieri e vedersi nuovamente tutti al bar, dando il giusto tempo a dovere e piacere.
Noi Marchese abbiamo scelto di salutare l’estate raccontandovi di un’eccellenza marchigiana che ci ha conquistato fin da subito per la sostanza ma anche per il packaging: la Birra Lancetta

lancetta

Non si può non rimanere colpiti da questa birra artigianale made in San Benedetto del Tronto!
Una birra ad alta fermentazione stile Blonde Ale, dal colore del sole al tramonto e dall’aroma d’estate; nel corpo note agrumate, floreali, di crosta di pane; nella schiuma, bianca e persistente, tutto il rumore e la freschezza delle onde che la identificano a 360 gradi come “diPINTAdiBLU”  e come orgoglio di un Made in Marche sempre più presente nel panorama delle birre artigianali.
Snella, semplice e genuinità come la terra il cui motto è “Lavorare, lavorare, lavorare. Preferisco il rumore del mare

Abbiamo fatto qualche domanda ad Alessio, Fabrizio e Valter, soci fondatori della beer firm  MenoAmara ed ecco, attraverso le risposte, la loro bellissima storia.

1) Intanto come vi siete conosciuti e come avete deciso di creare insieme una birra?
La prima parte della domanda potremmo anche tralasciarla visto che si tratta di un rapporto molto stretto di parentela.
L’idea di creare una birra è nata dopo l’ennesima birra bevuta assieme al nostro amico Marco Simoni, che poi è diventato il nostro mastro birraio di fiducia.
La possibilità di creare una birra fortemente identificabile con il nostri luoghi ci ha subito stimolato; abbiamo avuto la fortuna di condividere immediatamente un po’ tutte le caratteristiche principali che avrebbe dovuto avere la nostra prima creazione, soprattutto la volontà di renderla appetibile dal punto di vista commerciale e facilmente riconoscibile.

2) Raccontateci della scelta del nome. Come mai Birra Lancetta?
La scelta del nome della nostra prima birra è stato relativamente semplice: avrebbe dovuto avere riferimenti con la nostra cultura, dare l’idea di qualcosa di nuovo, di fresco.
La lancetta è un’imbarcazione che storicamente ha rappresentato e rappresenta ancora oggi la cultura marinara dell’Adriatico.
Legare il mare, la pesca quindi il lavoro, la spiaggia e il caldo delle giornate estive nelle località balneari ci è sembrata la maniera migliore per scegliere il nome della nostra birra.

3) Leggera, fresca, agrumata. La vostra è una birra marittima ed estiva (e non solo nel packaging) che rappresenta perfettamente lo spirito sambenedettese. A quali piatti della cucina marchigiana la abbinereste?
La Lancetta è una birra in stile Blinde Ale, quindi abbastanza semplice nella bevuta e di bassa gradazione alcolica (4,3% Vol), pertanto può accompagnare piatti semplici, poco aromatizzati e dai gusti non troppo decisi. Insalate di molluschi, pesce al forno o in crosta di sale potrebbero rappresentare l’abbinamento ideale, anche se sinora non nascondiamo che continuiamo a vendere molto, oltre le nostre previsioni, anche in abbinamento al pesce fritto.
Senza tralasciare più in generale, il facile abbinamento con piatti light, panini gourmet e pizza.

4) Cosa vuol dire, per voi, essere sambenedettesi e marchigiani?
Essere sambenedettesi per noi è motivo di orgoglio.
Popolo caparbio, orgoglioso, creativo, a volte testardo senza che questo debba per forza rappresentare un difetto. Gente che si è fatta da sola, con sacrificio e sudore della fronte.
Amiamo far parte di questa gente e ci piacerebbe rendere onore a questa città, amata da tutto il mondo per la bellezza dei propri luoghi e per l’accoglienza riservata a chiunque. E come marchigiani ci piace rappresentare l’artigianalità tipica di questa regione, la laboriosità e la qualità delle lavorazioni, apprezzati in tutto il mondo.

5) Raccontatemi dei vostri partner nella produzione della birra e della grafica. Come mai li avete scelti?
Abbiamo scelto i nostri partner semplicemente guardandoci attorno, tra gli amici che abbiamo sempre ritenuto figure professionali e competenti e dei quali nutrivamo (e nutriamo tuttora) profonda stima.
Di Marco Simoni, il nostro mastro birraio di fiducia, da anni ammiriamo la sua passione, preparazione e competenza; è stata soprattutto la visione comune di tutto il progetto che ci ha spinto verso questa collaborazione così come è stato per il nostro amico Marco Calcinaro, maestro d’arte sambenedettese di successo internazionale. Un artista che con entusiasmo ha accettato la nostra proposta, riuscendo a interpretare lo spirito del marchio Lancetta in modo impeccabile e soprattutto unico.

Advertisements

4 thoughts on “Birra Lancetta. Sambenedettese doc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...