Sabrina Tuzi e la Degusteria del Gigante di San Benedetto del Tronto

Degusteria del Gigante

Vi ricordate il bellissimo tour eno-gastronomico in compagnia di Anisetta Rosati?
Beh, dovevamo pur mangiare, no?
E da brave Marchese buongustaie, amanti della buona tavola e dell’ancor migliore compagnia, non potevamo capitare in posto migliore se non la Degusteria del Gigante a San Benedetto del Tronto.
Sigismondo Gaetani, poliedrico padrone di casa, dalla chiacchiera coinvolgente e l’amore indiscusso per le nostre terre, ci ha accolte come figlie denutrite che tornano dall’Erasmus.
Insomma, se vi va di essere coccolati e avete bisogno di una serata in grande stile, dall’atmosfera allegra e spensierata, correte in via degli Anelli 19 a San Benedetto del Tronto, non rimarrete delusi.

le-marchese-a-san-beach

La chef, Sabrina Tuzi,  è una donna di carattere e l’abbiamo intervistata per voi.
Mani di fata, gusto spiccato per gli equilibri, grandi potenzialità ancora da fiorire.
Il cestino del pane era già un pasto a se stante, tante erano le varianti, dal croccante, al soffice, ai profumi di spezie.
Poi il benvenuto, con il lollypop di mortadella e pistacchio e il pane ai frutti rossi condito di patè di fegato di coniglio e cipolla caramellata…commovente.
Per non parlare di un piatto che ci ha lasciate senza fiato, tanto complessi e tenaci erano gli ingredienti quanto armonioso il risultato in bocca.
Parliamo del Raviolo di maiale, fondo di cipolla e crema al pecorino aromatizzata all’amaretto in sottofondo.

sabrina-tuzi
Qui abbiamo capito che la ragazza andava valorizzata con qualche domanda approfondita, che dovevamo stringerle la mano e passarle il microfono. Qui abbiamo capito che solo una personalità curiosa e attenta, garbata e combattiva poteva creare un equilibrio da un insieme di gusti così potenti.
Il fatto che fosse una donna, non lo neghiamo, ci ha gasate ancor di più.

1) Sabrina raccontati usando i cinque sensi.
Innanzitutto il mio senso preferito è il gusto, vuoi perché dev’essere una prerogativa del mio lavoro, vuoi perché mi piace considerarmi a prim’impatto semplice ma dal retrogusto complesso.
Per quanto riguarda la vista, sono amante del bello ed essenziale; passando poi all’udito sono costantemente alla ricerca di un frastuono che crei silenzio. Pensando al tatto, credo che la sintesi giusta per me sia morbida, vellutata e concreta.
Concludo con l’olfatto, e mi vengono in mente due parole: intensa, ma mai pungente.

2) Qual è stato lo stimolo che ti ha portato in cucina?
A dir la verità non c’è stato un vero e proprio stimolo che mi ha spinto in cucina, piuttosto ho sentito sin da piccola l’amore per tutto ciò che riguardava cucinare: riuscire poi a far diventare questa passione il mio lavoro è stata una grandissima soddisfazione.

3) Cosa ti ha insegnato il mondo della gastronomia?
Mi ha insegnato a riscoprire la bellezza della natura e la ricchezza del mio territorio; oltre che a riscoprire il senso critico del gusto ed infine ad esser tenace: ogni giorno bisogna lottare per avvicinarsi un po’ di più all’obiettivo.

4) Qual è il punto di incontro tra tradizione e innovazione nel tuo modo di cucinare?
Credo che il punto d’incontro l’abbia trovato conoscendo a fondo ogni materia prima e rispettandone il gusto.
La svolta poi si ha modificandone le consistenze tramite le tecniche contemporanee.

5) Qual è il cibo della tua memoria?
Ancora mi sale l’acquolina in bocca se ripenso ai vari piatti che preparava mia nonna, come ad esempio il coniglio in porchetta, o le paste ripiene… senza dimenticare però il minestrone di mia mamma!
Il loro punto di forza sicuramente sta nella semplicità del piatto in se, con una materia prima unica.

sabrina-tuzi Degusteria del GiganteSextainable, non trovate?

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...