Ristorante Tre Olivi. Una cena speciale a 8 mani

Finalmente siamo riuscite a fermare l’orologio e prenderci un po’ di tempo per raccontarvi della deliziosa cena al Ristorante Tre Olivi svoltasi durante LSDM: tra i 4 chef protagonisti della serata anche il nostro Errico Recanati a tenere alto il buon nome delle Marche.

Un evento speciale che ha visto Matteo Sangiovanni, chef del ristorante Tre Olivi, alternarsi ai fornelli con nomi prestigiosi in una serata davvero ben riuscita:
Cristoforo Trapani del Magnolia al Byron (Forte dei Marmi)
Antonello Colonna dei Colonna Resort&Spa  (Roma)
Errico Recanati del Ristorante Andreina (Loreto)

E’ stato Cristoforo Trapani ad aprire le danze con il suo carciofo di Schito arrostito con lardo di colonnata, aglio, olio e prezzemolo.
Un piatto fresco e contemporaneamente peccaminoso nella scioglievolezza del lardo e nell’affumicatura complessiva a donare una nota decisamente maschile.
Un incontro seducente tra Campania e Toscana, profumata d’estate, di sole e grigliate.
Ad accompagnare il piatto l’Aglianico Paestum Rosè  2013 di Azienda San Salvatore

Segue sul palco la proposta di chef Sangiovanni: tubettoni di Gragnano con scorfano e alghe.
Un profumo di mare portabandiera della splendida Paestum, un primo ricco di storia e tradizione.
Piatto decisamente riuscito e vittima di diversi “ripassi” se non fossimo Marchese e rispettose del galateo nelle serate ufficiali.
Fortunatamente, avendo scelto il Savoy Beach Hotel come albergo durante la kermesse, abbiamo potuto ordinare nuovamente questa meraviglia la sera successiva a cena.
Nel calice un Greco di Paestum 2016 dell’Azienda San Salvatore


Antonello Colonna diverte con la sua Carbomatriciana.
La pasta è proposta in una cocotte che diventa complice nelle “sponde” da fare con la forchetta per poter godere fino all’ultimo di questa pietanza sapida al punto giusto nei bocconcini di guanciale e confortante nella morbidezza dell’uovo lasciato crudo. Meraviglioso nella sua semplicità.
In abbinamento un Fiano Paestum 2016 dell’Azienda San Salvatore

Ed eccolo in nostro eroe Errico Recanati nel suo Come una royale.
Un piatto autografo della cucina dello chef di Loreto, nella perfetta cottura della lepre e nelle diverse consistenze dei fegatini.
Come una cartolina a ricordarti di un luogo magico in cui sei stato dannatamente bene.
Croccante.
Scioglievole.
Carnale.
Inebriante.
Proprio come l’Omaggio a Gillo Dorfles, Aglianico Paestum 2013 di Azienda San Salvatore

Un’occasione speciale per chiacchierare con la sempre splendida Ramona e per godere di un clima rilassato e gustoso.
Una cena davvero riuscita e con un clima che proprio ci piace.
Piatti divertenti, risate sincere, chiacchiere leggere, buon vino a fare da collante.
Ecco cos’è per noi LSDM, e perché ogni anno torniamo con l’entusiasmo dei ragazzi in gita.
Alla prossima edizione.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...