Veggie burger del Molino Petrucci

Avete presente la zuppa arquatana di Molino Petrucci che abbiamo preparato nello scorso post, quando il tempo era ancora incerto e ci serviva un ritorno a casa confortante come un abbraccio?

Ora, visto che ci piace un sacco cambiare punto di vista  abbiamo pensato di trasformare la zuppa in un veggie burger.
Questo perché la zuppa arquatana, contenendo farro perlato, orzo perlato, avena decorticata, miglio decorticato, lenticchia rossa e gialla ben si presta a sostituire la  carne macinata nel nostro impasto senza farci sentire la mancanza delle proteine animali.
Oltretutto questa è una ricetta perfetta per “riciclare” quel po’ di zuppa che potrebbe rimanere dal giorno prima.

Continua a leggere “Veggie burger del Molino Petrucci”

Annunci

Il 10 marzo le Marchese si fanno solidali.

invitoevento

Nei mesi passati abbiamo cercato di focalizzarci sul territorio e sui produttori colpiti dal sisma: siamo andate nei due epicentri marchigiani, Pieve Torina e Arquata del Tronto ,per toccare con mano il post terremoto e, a modo nostro, raccontarlo.

Ora, a distanza di settimane, abbiamo deciso di fare beneficenza concreta, per fare in modo che i problemi non vengano messi in un angolo e che il motore della solidarietà assomigli sempre più a una macchina sportiva.
Da sempre ci riteniamo fortunate nel vivere in un territorio di commovente bellezza, magari ritroso nel raccontarsi ma generoso nell’accogliere a braccia aperte chi ha voglia di avvicinarsi alla pluralità di paesaggi, profumi, colori e identità.
La nostra regione promuove un’offerta turistica che non conosce limiti temporali e si affida alle proposte artistiche come a quelle naturalistiche sparse lungo tutto il territorio.

Uno dei cuori pulsanti dell’ economia turistica marchigiana è rappresentato dall’enogastronomia, perché le Marche sanno farsi valere anche in questo campo con un’identità davvero invidiabile. Oltre che per vocazione, ecco il motivo per il quale abbiamo deciso di promuovere questo settore e in
particolare quattro aziende che sono state duramente messe alla prova da maltempo e scosse ripetute.
Alcuni produttori dei Monti Sibillini coinvolti nella nostra piccola iniziativa sono nomi nuovi, altri vecchi amici con cui abbiamo già avuto il piacere di collaborare:

Azienda Vinicola Coppacchioli di Cupi di Visso
Re Norcino di San Ginesio
Azienda agricola Delizie dei Fratelli Angeli di Pieve Torina
Le Spiazzette di Amandola

Il cibo, non smetteremo mai di ripeterlo, è il vero collante tra uomo e terra, cantastorie di una regione che ha bisogno di una mano perché al momento è in ginocchio e aspetta di rialzarsi.
Quello stesso cibo che diventa traino di un turismo fatto di sapori e trattorie, di gite fuoriporta per trovare quel formaggio particolare o quella marmellata da abbinare per l’aperitivo con gli amici.

Eccoci allora a Milano per celebrare queste terre ferite portando in trasferta alcuni dei loro frutti migliori.
Eccoci nell’atelier che Fiorella Ciaboco ha messo a disposizione per organizzare una degustazione che ben si sposa con il suo progetto “Difendiamo il Made in Marche”.
Ecco quattro produttori fieri del loro operato, laboriosi, che proseguono con coraggio la loro attività lacerata e la loro vita messa alla prova.
Attraverso un momento leggero e conviviale, il 10 Marzo, a partire dalle 18.00, Fiorella darà modo di assaggiare e far conoscere delle vere perle marchigiane e noi, a supporto, saremo felici di raccontare le loro storie. Chissà che qualcuno di voi non si ingolosisca e non trovi spazio per una nuova e affascinante metà vacanziera.

Noi ci scommettiamo, provare per credere. 😉

Arquata del Tronto: il coraggio non trema

Coraggio: forza d’animo connaturata, o confortata dall’altrui esempio, che permette di affrontare, dominare, subire situazioni scabrose, difficili, avvilenti, e anche la morte, senza rinunciare alla dimostrazione dei più nobili attributi della natura umana.
Sul dizionario questa è la definizione della parola coraggio.
Le voci correlate sono fortezza (è una virtù che assicura, nelle difficoltà, la fermezza e la costanza nella ricerca del bene), speranza e paura.
Serve altro per raccontare Arquata del Tronto?
Noi crediamo di no.

Arquata del Tronto

Siamo state ad Arquata poche settimane fa, invitate dalla Pro Loco e accolte da Maria Cristina Baldassarre che ci ha fatto da cicerone in una delle giornate più significative mai vissute.
Cristina ci ha guidato attraverso la nuova Salaria e poi in quella antica, fino a Borgo, ultimo punto accessibile prima di essere fermati dall’Esercito.
Perché più in là non si può andare; ad Arquata non ci si arriva perché è pericoloso.
Abbiamo conosciuto i ragazzi della Pro Loco e il Sindaco Aleandro Petrucci.
Abbiamo pranzato insieme ai Vigili del Fuoco.
Abbiamo conosciuto Domenico che ci ha raccontato dei tartufi e delle castagne tipiche di queste zone.
Abbiamo chiacchierato con Giacomo e ci ha spiegato la storia del vino Pecorino, che proprio qui è nato.
Abbiamo assistito alla celebrazione dell’inaugurazione del presepe in un momento davvero suggestivo.
Poi, con Maria Cristina abbiamo scoperto Arquata del Tronto partendo con un non voluto “C’era una volta”..
Lei è nata ad Amatrice ma è cresciuta tra i Sibillini.
Ora vive ad Ascoli perché, come tanti, non ha alternative. Ha perso tutto.
O quasi.

Continua a leggere “Arquata del Tronto: il coraggio non trema”