Azienda vinicola Coppacchioli – Cupi di Visso

Non smetteremmo mai di raccontarlo, il vino pecorino.
Diversi sono stati gli articoli sul nostro sito e diversi i risultati in bottiglia con un comune denominatore: la freschezza.
Eccolo di nuovo, il nostro principe azzurro dei territori tra Ascoli e Macerata, con la sua tenacia e l’attaccamento alle radici.
Un vino coraggioso, quasi dimenticato e ora orgoglio della terra che dall’Adriatico va ad abbracciare i Sibillini.

Oggi vi parliamo di chi, il vino pecorino, lo produce a 1000 metri di altezza a Cupi di Visso (il vino pecorino più alto delle Marche).
3 lettere racchiudono il simbolo dell’azienda vinicola Coppacchioli: GLG ossia Gaia, Lucio e Ginevra, ultima generazione di una famiglia legata al territorio e alle tradizioni che ha deciso di riscoprire una viticoltura eroica e recuperare le vecchie viti ancora esistenti, lasciarle modellare dalle stagioni, protette dai venti freddi di montagna, consegnando poi il Primodicupi alla nostra tavola in una elegante bottiglia fregiata dal bassorilievo del santuario di Macereto “Offerta dell’Uva”

Continua a leggere

Macerata. Amore a prima vista

di Dorina Palombi

Si dice che l’amore, come la cucina, abbia i suoi tempi.
Sarà che io sono ariete, ascendente leone, e credo nella passione e nei colpi di fulmine, prendo fuoco facilmente e mi lascio entusiasmare dalle cose con la velocità che manco una Aston Martin.

MacerataCiò non toglie che il centro storico di Macerata sia bellissimo, da perderci gli occhi; così piccolo, così tutto raggiungibile che dopo due ore mi sentivo già padrona della situazione. La stazione dei treni non è comodissima ma, con una breve corsa in taxi, ti addentri tra le mura e sei arrivato.

Ho scelto l’Hotel Lauri per il mio breve soggiorno e non posso che esserne soddisfatta. Un ambiente intimo e accogliente con personale cordiale e ottimo punto di partenza per visitare la città. Arrivata in camera sono stata abbracciata da uno stile country nei toni del verde e da una vista sui tetti di Macerata che mi ricordava Parigi. Troppo romantica dite?

Continua a leggere

Michele Biagiola, e la gentilezza delle erbe di campo.

di Dorina PalombiMichele Biagiola

Ho incontrato Michele Biagiola a Tipicità, la fiera dell’enogastronomia e delle eccellenze marchigiane tenutasi ai primi di marzo a Fermo.
Ci siamo messi a chiacchierare, più che a gestire l’intervista con un vero e proprio stile domanda/risposta.

Perchè Michele Biagiola, chef dell’Enoteca Le case di Macerata, si racconta come farebbe Lord Byron e sussurra la sua passione e la sua terra con tocco gentile e delicato, introspettivo e armonioso. E i diversi riconoscimenti ottenuti lo incoronano a diritto “narratore del territorio marchigiano”.

Continua a leggere

Rosa come la gentilezza. La Pesca Saturnia ® @ Expo 2015

di Dorina PalombiPesca saturnia

Si conclude la settimana rosa.
Ne abbiamo sviluppato le sfumature, l’abbiamo resa sensuale e confortante, sapida e avvolgente. Di certo non banale.

Oggi il nostro rosa è intenso, quasi rosso, screziato d’arancio. Al tatto è delicato e morbido come la pelle di un bambino.
Nonostante il colore, è il rosa della gentilezza e della fiducia.
E’ un rosa che parla marchigiano, quello della Pesca Saturnia ® , celebrata giusto qualche giorno fa allo spazio Love It di Expo, al Lake Arena.

Continua a leggere