Ciambellone alle nocciole e cioccolato

Alzi la mano chi non associa le prime ore del mattino al profumo di una tazza di caffè (e varianti) abbinata a una soffice e profumata fetta di ciambellone?
Inutile quindi dire che quando Molino Petrucci ci ha inviato diverse farine da provare, non avevamo dubbi sulla preparazione abbinata alla farina per dolci.

Perché alla fine, le ricette tradizionali sono tanto semplici quanto preziose. L’importante è avere ingredienti di prima qualità.
Abbiamo quindi pensato di abbinare alla farina di Molino Petrucci, granella di nocciole piemontesi per un tocco croccante e gocce di cioccolato fondente che non hanno bisogno mai di una motivazione.
Una preparazione talmente facile che può prevedere dei piccoli aiutanti; per la colazione della settimana, se resiste tanto a lungo.

Continua a leggere

Ristorante Tre Olivi. Una cena speciale a 8 mani

Finalmente siamo riuscite a fermare l’orologio e prenderci un po’ di tempo per raccontarvi della deliziosa cena al Ristorante Tre Olivi svoltasi durante LSDM: tra i 4 chef protagonisti della serata anche il nostro Errico Recanati a tenere alto il buon nome delle Marche.

Un evento speciale che ha visto Matteo Sangiovanni, chef del ristorante Tre Olivi, alternarsi ai fornelli con nomi prestigiosi in una serata davvero ben riuscita:
Cristoforo Trapani del Magnolia al Byron (Forte dei Marmi)
Antonello Colonna dei Colonna Resort&Spa  (Roma)
Errico Recanati del Ristorante Andreina (Loreto)

Continua a leggere

Re Norcino – San Ginesio

La prima volta che abbiamo lavorato insieme a Re Norcino è stato in occasione del battesimo delle Marchese nel Gusto; proprio a casa, nelle Marche.
Quello che vedete in foto era il concetto che volevamo trasmettere: il cibo è piacere, divertimento, convivialità; qualcosa da prendere con le mani, sporcandosi per il gusto di leccarsi poi le dita.
Qualcosa che trasmettesse il senso di appartenenza a un luogo già dal profumo che emana dallo scartoccino, infilato insieme alla spesa del giorno.

Ecco perché ora, a Milano, ci siamo prese a cuore “i nostri amici norcini” con il desiderio di tendere la mano in questo momento complicato che no, non è ancora passato.

Continua a leggere

Paccheri con ragu bianco

Paccheri al ragù biancoLa neve di questi giorni ha coperto ogni cosa, rendendo tutto decisamente soffice e permettendoci morbide indulgenze a causa del cattivo tempo: via libera a camini, cioccolate calde, libri e candele con un sottofondo jazz.

Al di là dei disguidi che la neve ha portato, dobbiamo ammettere che quella coltre perfetta è come la coperta di Linus, come un piatto comodo da cucinare.
Allora iniziamo la settimana proprio con un comfort food del Marchesato: paccheri con ragù bianco.
Da preparare sempre in dosi generose e da accompagnare ad altrettanti calici consistenti.

Continua a leggere

Sabrina Tuzi e la Degusteria del Gigante di San Benedetto del Tronto

Degusteria del Gigante

Vi ricordate il bellissimo tour eno-gastronomico in compagnia di Anisetta Rosati?
Beh, dovevamo pur mangiare, no?
E da brave Marchese buongustaie, amanti della buona tavola e dell’ancor migliore compagnia, non potevamo capitare in posto migliore se non la Degusteria del Gigante a San Benedetto del Tronto.
Sigismondo Gaetani, poliedrico padrone di casa, dalla chiacchiera coinvolgente e l’amore indiscusso per le nostre terre, ci ha accolte come figlie denutrite che tornano dall’Erasmus.
Insomma, se vi va di essere coccolati e avete bisogno di una serata in grande stile, dall’atmosfera allegra e spensierata, correte in via degli Anelli 19 a San Benedetto del Tronto, non rimarrete delusi.

Continua a leggere

Diamo spazio ai giovani: Casalfarneto lo fa davvero

Casafarneto_LemarchesedelGusto_ilvinonelpiatto

Si parla spesso di come poter dare spazio ai giovani, di incentivarli a scoprire il territorio di appartenenza e cercare di trattenere le fughe dei migliori potenziali. E’ un discorso, questo, che ascoltiamo ripetutamente dai telegiornali, dalle istituzioni e dalle autorità politiche: creare nuove leve migliori di chi le ha precedute, all’insegna del progresso e del recupero delle tradizioni in chiave dinamica, per respirare il territorio in ogni sua forma. Credo che la nostra regione inizi ad investire in questo senso, specie grazie a qualche azienda illuminata, che impegna le proprie risorse per il futuro della comunità.

Casalfarneto, che noi ben conosciamo, l’ha detto e l’ha fatto, realizzando un’iniziativa unica nel suo genere dal nome Il Vino nel Piatto.

45 studenti delle quinte classi dell’Istituto Panzini di Senigallia, provenienti dagli indirizzi Servizi di sala e di vendita e Cucina, hanno lavorato per tutto l’anno scolastico all’elaborazione di due menù, uno di carne e uno di pesce, in abbinamento ai principali vini dell’azienda, Crisio, Cimaio e Grancasale. A guidarli, i docenti Luigino Bruni, Alessandro Rosselli e Massimo Castignani, supportati dal Gruppo Togni, dallo staff in cantina, a partire dal prezioso enologo Danilo Solustri, e dal loro ufficio stampa capitanato da Donatella Vici, che si dimostra ogni volta più lungimirante.

Casalfarneto_Panzini_LeMarchesedelGusto
Lo scorso 31 Maggio si è tenuto l’evento conclusivo, dove i ragazzi hanno servito tutta l’esperienza incamerata nei mesi di ricerca, dando prova di grande coinvolgimento e maturità. Qualche esempio? Vincisgrassi al ragù bianco del cortile con pecorino e spinaci e Alici gratinate ripiene di ricotta e pecorino. Oltre alle creazioni dei giovani, una ricetta di Mauro Uliassi, uno degli orgogli regionali in fatto di alta cucina, che ha dato il buon esempio con il suo Loaker di fegato grasso di anitra e nocciole, con shot di kir royal.

Paolo Togni, presente ed entusiasta, si è detto fiero di aver contribuito a creare dei veri e propri ambasciatori della nostra enogastronomia, consapevoli dei prodotti da lavorare, veri sperimentatori della materia prima. L’obiettivo, ha dichiarato alle telecamere di TV Centro Marche, è aiutare i giovani nella loro personale evoluzione, perché diventino non meri esecutori, ma fieri consiglieri, perché possano comunicare e testimoniare ai loro futuri clienti la passione, il lavoro, i successi delle filiere agricole marchigiane.

Non solo, aggiungerei che un ragazzo entusiasta di ciò che ha saputo rielaborare dagli insegnamenti ricevuti vale più di uno spot pubblicitario in prima serata: è così che nasce il giusto passaparola, quello dettato dall’adrenalina, quello che brilla di orgoglio per il territorio di appartenenza.

Casalfarneto_LeMarchesedelGusto

Una nuova idea di accoglienza, quindi, un piccolo passo in più verso un’agricoltura che si apre ai servizi, che educa senza mettersi in cattedra ma condivide la conoscenza, che insegna senza riserve. In un mondo in cui le generazioni affermate sembrano intimorite degli astri nascenti e il passaggio di nozioni pare sempre avvenire in maniera tetra o pressapochista, 10 punti a questa cantina che ha saputo aprire le porte ad una diversa prospettiva di apprendimento.

Confesso, solo quando mi imbatto in occasioni del genere, mi viene davvero voglia di tornare a scuola!

 

 

Cinque consigli gourmet per affrontare la primavera

IlClandestino_LeMarchesedelGusto

La primavera: i fiori che sbocciano, le giornate che diventano più lunghe, il meteo più clemente. Si certo, ma anche il cambio di stagione, incubo di ogni donna; le allergie più svariate che ti pestano il viso che neanche un boxer; e la sonnolenza, che se uno potesse poltrire, dormirebbe fino all’aperitivo.
Ora, ammesso e non concesso che si possa rimandare il cambio armadi, che si riesca a trovare un antistaminico potente e senza controindicazioni… la sonnolenza, nelle Marche, passa da sé, basta decidere dove andare a cena. Noi Marchese, che vediamo sempre il bicchiere mezzo pieno, corriamo ai ripari e vi forniamo una brevissima ma molto molto intensa lista di idee, per sconfiggere i malanni di stagione.

Se la maledetta primavera deve inevitabilmente arrivare, meglio coglierne il lato gourmet.

Continua a leggere