La statua di Penelope a Senigallia

Penelope di SenigalliaMare, donne e amore sembra vadano a braccetto, ieri come oggi.
A Copenaghen la Sirenetta da il benvenuto ai turisti scrutando il mare malinconica, e sognando di poter camminare sulla terra ferma per condividere la vita con il suo amore.
A Senigallia, sul molo di Levante (sì, sì, appena dopo Uliassi) dal 2004 c’è Penelope a fare da guardiano alla speranza di amori e marinai.

Continua a leggere

Gli ultimi consigli natalizi delle Marchese: siate generosi

di Dorina Palombi.

Le Marchese del Gusto Il Natale nel Marchesato è partito con un regalo prezioso.
Danila, la nostra grafica e autrice del nostro logo, ci ha dedicato un disegno bellissimo.
Si, avete capito bene: un disegno.
Ci ha dedicato del tempo, dei pensieri gentili e, siamo certe, un bicchiere di vino generoso.
Poi ha iniziato a creare, mischiando al tratto le nostre caratteristiche impresse nei suoi ricordi e nei suoi pensieri.
Si può, quindi, ricevere regalo più bello!?

Ecco quindi la nostra ultima lista di regali di Natale, da fare ma anche da fare a se stessi, per essere più clementi in primis con noi, e amarci un po’ di più.

Continua a leggere

La mia fede nella Madonnina

lemarchesedelgustolasagna

di Letizia Federici

Questa è la settimana delle passioni e dei colpi di fulmine. Alessandra con la Panna Cotta per il suo Lorenzo, Silvia con la sua dedizione per lo zafferano, Dorina per il succo della pesca Saturnia e Donatella, che intrattiene da anni una relazione con le sue apiNon avevamo programmato fosse così. Ogni tanto ci piace dare un tema alla settimana e creare così un puzzle dei nostri diversi punti di vista sul medesimo argomento, ma stavolta è stato un vento spontaneo a trascinarci. Si vede che l’autunno risveglia i sensi delle Marchese come una seconda e paradossale primavera. E forse non è un caso se proprio questa settimana avevo in programma una cena di piacere e lavoro proprio da lui, Moreno Cedroni.

Continua a leggere

Federica e Federico. 100% amore. 100% vegetale

di Letizia Federici.

Oggi vi parlo di Federica Zenobi, un’altra guerriera che combatte per una tavola buona e sana, che si sveglia ogni giorno con la dura missione di spiegare ai clienti da dove viene la materia prima che consumano e quanto sia importante sapere cosa si mangia; che si arma di pazienza per raccontare e dimostrare che “se è verdura non è detto che sia un ripiego”.
Insomma, un’altra di noi che ha deliberatamente abbandonato Pc e riunioni aziendali per il guantone da forno.

2015-07-15 23.31.21

Continua a leggere

Marchese e Clandestine

di Dorina PalombiMarchese e ClandestineMoreno Cedroni ha una bellissima sala giochi affacciata sul Conero: il Clandestino. 
Si diverte, è balsamo per l’anima e per la creatività; è quell’attimo fuori dagli schemi.

Qui mi diverto un sacco a creare. Quando il Clandestino è stato .distrutto nel 2002 ero mortificato. Avevo bisogno di quel luogo.

La particolarità del menù al Clandestino è che ogni hanno ha un tema nuovo con cui lo chef rende omaggio a qualcosa o qualcuno: uno dei miei preferiti è di certo il Susci Letterario, quello dedicato ai grandi scrittori tra Giacomo Leopardi e i cibi che preferiva.

Ma come nasce l’idea dietro ogni menù?

Continua a leggere