Pesaro: fare, vedere, mangiare.

Pesaro è bellissima.
Una città vivibile, accessibile, da scoprire passo dopo passo.
E’ fatta talmente bene che per girarla ti basta una giornata, alternando cultura, cibo e dolce far niente.
Prendi il treno da qualsiasi parte delle Marche e fermati poco prima che la nostra bella regione finisca.
Noi ti aspettiamo in stazione per prenderti virtualmente per mano e portarti in giro per Pesaro con la nostra mini guida fotografica di cose da fare, vedere, mangiare.

Continua a leggere

Di saponi, lavanda e…tapénade

Oggi, in perfetto stile americano, possiamo giocarci un throwback thursday e perché non tornare indietro per rivivere l’atmosfera provenzale respirata solo qualche settimana fa.

Le piccole piazze di paese e i romantici viali alberati, i mercatini di antiquariato e le boulangerie di antica data, le fabbriche di sapone che ridotto a cubotti e accatastato in piramidi vertiginose è divenuto, tanto quanto il sacchettino di lavanda, cimelio irrinunciabile per il turista alla scoperta dei luoghi che hanno stregato Van Gaugh e Cézanneprovenza1

provenza2Il mistral che soffia da nord-ovest, le distese di viti basse e di frutteti, i filari di pioppi allineati lungo i bordi dei fiumi.

L’ingegno del Popolo Romano che, assediate le terre dei Galli, costruisce a Pont du Gard l’acquedotto più grande d’Europa e ad Arles un anfiteatro bomboniera, copia del più maestoso Colosseo.

provenza5provenza pont du gardprovenzaUn aroma intenso e penetrante di macchia mediterranea…rosmarino, ginepro, mirto, timo, alloro, origano che abilmente essiccati al sole sono diventati il condimento per eccellenza di tutte le ricette provençales.

Se avete avuto anche voi il piacere di spingervi oltre il Rodano avrete di certo acquistato un vasetto delle famose erbe perfette per condire un ruspante pollo arrosto o una frittata  oppure  per preparare al volo una aglio, olio e peperoncino alternativa.tapenade ricetta provenzale

A me della Provenza resta nel cuore la tapénade, una crema di olive ottenuta frullando insieme drupe denocciolate (verdi o nere), capperi, acciughe sotto sale e olio extravergine di oliva. Qualche fettina di baguette abbrustolita ed il vostro stuzzichino è pronto.

tapenade ricetta provenzale

Le Marche Sextainable: SlowtravelMarche

di Dorina Palombi

LetiSlow

Oggi si parte e si viaggia. Siete pronti?
Da buone Marchese abbiamo scelto delle auto speciali, eleganti, fuori dall’ordinario per mostrarvi un lato delle Marche più lento, rilassato e indimenticabile.
Vi facciamo conoscere SlowtravelMarche attraverso Laura Capomagi, la voce femminile di questo dinamico gruppo di ragazzi (nato con Luca Cesaroni e Lorenzo Zampetti), tra consigli fashion and food per quel che riguarda il viaggiare in auto, e qualche meta che vale la pena scoprire se avete voglia di vivere le Marche con tranquillità e suggestione.

“Nel viaggio c’è un certo sapore di libertà, di semplicità… un certo fascino dell’orizzonte senza limiti, del percorso senza ritorno, delle notte senza tetto, della vita senza superfluo.”

SlowtravelMarcheSenigallia

Continua a leggere

Ascoli Piceno..ovvero, l’amore

di Dorina Palombi.

Quando mi è stato chiesto, per l’identikit di noi Marchese, di descrivermi attraverso una città, non ho avuto indugi: Ascoli Piceno.

DSC_0052
Diverse le motivazioni:
la prima legata al cuore, dato che la mia famiglia è stanziata proprio in questa parte di Marche (prima che Fermo diventasse provincia);
la seconda perché è stata la prima città delle Marche che ho visitato nei miei ritorni a casa;
per ultimo, ritengo Ascoli una delle città più aristocratiche e delicate che abbia potuto vedere.

Continua a leggere

Pane e salame (di Fabriano)

di Silvia Gregori

La nostra settimana on the road prosegue nell’entroterra marchigiano. Avremmo potuto scegliere di tuffarci (e rinfrescarci, vista la calura di questi giorni) nelle acque blu del Conero ed invece decidiamo di percorrere l’ultimo lembo della Marca d’Ancona al confine con l’Umbria, alla ricerca di suggestioni medioevali e paesaggi collinari mozzafiato.

Palazzo-Podestà-Fabriano

(Fabriano – Palazzo del Podestà – Foto di Andrea Bevilacqua)

Ci lasciamo la Gola della Rossa alle spalle ed entriamo a Fabriano, conosciuta in tutto il mondo come la città della carta e nominata nel 2014 Città Creativa dell’Unesco.

Continua a leggere